Il 20 novembre prossimo inizieranno ancora due classi di Massaggiatore del Benessere con turno dei due giorni (lunedì più martedì) oppure con turno di tre pomeriggi (lunedì+martedì+giovedì)

by / sabato, 21 ottobre 2017 / Published in massaggio, News

Corso di MASSAGGIATORE DEL BENESSERE, utile per aprire un proprio studio ai sensi della Legge n. 4/2013.

Per chi non avesse fatto in tempo a inserirsi nei corsi con inizio a Ottobre, la scuola BCM informa che  il 20 Novembre prossimo inizieranno ancora due classi di Massaggiatore del Benessere , con due turni a scelta: 

– il turno dei due giorni (Lunedì + Martedì, dalle 8.30 alle 16.30), oppure

– il turno pomeridiano (Lunedi, Martedì e Giovedì dalle 14.00 alle 19.00)

La programmazione completa del corso di Massaggiatore del Benessere per entrambi i turni, prevede:

  • 420 ore di corso
  • Durata: un anno scolastico
  • Frequenza: 15 ore settimanali
  • Inizio delle lezioni:  il 20 Novembre 2017
  • Requisiti di ammissione: 18 anni compiuti e obbligo scolastico assolto
  • Contenuti del corso: I 4 massaggi fondamentali (Massaggio classico, Massaggio decontratturante, Linfodrenaggio e Massaggio antistress), Anatomia e Fisiologia del Corpo Umano, Dermatologia, Igiene, Sicurezza, Primo Soccorso, Tecnica Commerciale, Comunicazione.
  • Esami: a metà luglio 2018
  • Prezzo del corso: € 2.800,00 (pagabili in 5 rate da € 560.00, senza alcuna maggiorazione)
  • Tassa iscrizione: € 150 (valida 1 anno per iscrizione anche ad altri corsi)
  • Tassa esame: € 200 (si paga a fine anno)
  • Costo corredo: € 350,00 (in 2 versamenti)

Al termine del corso, a seguito di regolare frequenza delle lezioni e previo superamento dell’esame finale, l’allievo consegue un attestato di MASSAGGIATORE DEL BENESSERE della scuola BCM che certifica il raggiungimento di un’idonea capacità operativa e professionale.

L’Attestato è utile, oltre che  per lavorare come dipendente presso istituti di bellezza, centri benessere, palestre, profumerie con cabina estetica, centri fitness, beauty-farm, aziende termali, villaggi turistici, navi da crociera,  ecc., anche per svolgere la libera professione di massaggiatore.

Infatti, come previsto dalla legge n. 4/2013 art.6 (autoregolamentazione volontaria)il Massaggiatore del Benessere, non appartenendo nè alla categoria degli estetisti, nè alla categoria dei massofisioterapisti, previa apertura di partita IVA, potrà lavorare come libero professionista con regolare emissione di fattura e potrà gestire anche  un proprio centro di massaggi, sia in forma individuale che societaria. Dovrà semplicemente autoregolamentarsi con i seguenti obblighi:

  • Aprire Partita IVA con codice ATECO 2008 96.09.09  – tipologia di attività: 75 (attività di massaggi) oppure 79  (altri trattamenti di benessere fisico).
  • Citare la legge 4/2013 in ogni rapporto scritto con il cliente (fatture, carta intestata, targhe, biglietti da visita, ecc.).
  • Adottare un codice etico di comportamento che viene portato a conoscenze della clientela con tutti i mezzi di comunicazione possibili (cartaceo, internet, affissione nei locali di lavoro, ecc.).
  • Promuovere l’autodisciplina volontaria e la qualificazione continua della propria attività impegnandosi in un aggiornamento periodico della propria preparazione.
  • Rispettare, pur non esercitando attività soggetta ad autorizzazione,  i requisiti prescritti per tutte le attività di esercizio pubblico (igiene dei locali e delle attrezzature, sicurezza sui luoghi di lavoro, polizza assicurativa di responsabilità civile, ecc.).

Per informazioni più dettagliate su contenuti, costi, orari, date esami, ecc. clicca sulla pagina del sito Massaggiatore del Benessere.

Puoi anche chiamarci al n. 02 433277,  oppure scriverci alla seguente mail scuola@bcm.it  

TOP