BCM Scuola Europea Estetica Massaggio Trucco Milano

La BCM è una prestigiosa scuola sorta il 10 maggio 1967 ad opera del suo fondatore dott. Salvatore Giunta.

Ubicata nel centro di Milano, è divenuta, da tempo, un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono diventare estetisti, truccatori o massaggiatori.

Search
Search

REGOLAMENTO RECANTE MISURE DI PREVENZIONE DEL SARS-COV-2 


REGOLAMENTO RECANTE MISURE DI PREVENZIONE 
E CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL SARS-COV-2 SCUOLA BCM

Art. 1 – Finalità e ambito di applicazione

  1. Il presente Regolamento individua le misure da attuare per prevenire e mitigare il rischio di contagio da SARS-CoV-2 nell’ambito delle attività della Scuola BCM, nel rispetto dei diritti e dei doveri di tutte le sue componenti, ovvero le studentesse, gli studenti, le famiglie, il Direttore, i docenti e il personale non docente.
  2. Il presente Regolamento ha validità per l’anno scolastico 2020/2021 e può essere modificato, anche su proposta delle singole componenti scolastiche previa informazione e condivisione da parte di tutta la comunità scolastica.
  3. La mancata osservanza delle norme contenute nel presente Regolamento e nei suoi allegati può

portare a sanzioni disciplinari sia per il personale della scuola che per gli allievi con conseguenze, per questi ultimi, sulla valutazione intermedia e finale del comportamento.

 

Art. 2 – Regole generali

  1. A tutti i componenti della comunità scolastica (personale scolastico, studentesse e studenti) e a tutti i soggetti esterni che accedano agli edifici della scuola e alle sue pertinenze è fatto obbligo, per tutta la durata della loro permanenza a scuola, di:
  2. a) Mantenere la distanza fisica interpersonale di almeno 1 metro
  3. b) Indossare la mascherina chirurgica
  4. c) Igienizzare le mani e i piani di lavoro con i gel appositi disponibili in ogni aula e in ogni ambiente.

Queste tre semplici regole (quasi un mantra che percorre tutta l’umanità) e che tutti conosciamo e applichiamo ogni giorno in qualsiasi ambiente ci si si trovi, fin dal 23 Febbraio 2020, vanno applicate anche nell’ambito scolastico, da tutti, docenti, allievi e personale.

  1. Le collaboratrici e i collaboratori scolastici inoltre sono tenuti ad arieggiare frequentemente i locali della scuola, compresi i corridoi, le sale riservate agli insegnanti, gli uffici e gli ambienti di servizio, altrettanto gli allievi e i docenti sono tenuti ad arieggiare frequentemente le loro aule.
  2. Nel caso in cui un componente della comunità scolastica (personale scolastico, studentesse e studenti) o un qualsiasi soggetto esterno che abbia avuto accesso agli edifici della scuola risulti positivo al SARS-CoV-2, anche in assenza di sintomi, la Scuola collaborerà con il Dipartimento di Prevenzione della locale Azienda sanitaria al monitoraggio basato sul tracciamento dei contatti stretti al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi.

 

Art.3 – Modalità generali di ingresso nei locali della scuola

  1. L’accesso agli edifici scolastici e alle loro pertinenze è vietato in presenza di febbre oltre 37.5°C o altri sintomi influenzali riconducibili al COVID-19. In tal caso è necessario rimanere a casa e consultare telefonicamente un operatore sanitario qualificato, ovvero il medico di famiglia, la guardia medica o il Numero verde regionale.
  2. L’ingresso a scuola di studentesse, studenti e lavoratori già risultati positivi al SARS-CoV-2 dovrà essere preceduto dalla trasmissione via mail della certificazione medica che attesta la negatività dei tamponi secondo le modalità previste e rilasciata dal Dipartimento di Prevenzione Territoriale di competenza.
  3. La scuola terrà presso le reception un Registro degli accessi di soggetti esterni alla Scuola, con indicazione, per ciascuno di essi, dei dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita), dei relativi recapiti telefonici.

 

Art. 4 – Il ruolo degli studenti

  1. In relazione all’obiettivo di contenere i rischi di contagio da SARS-CoV-2, l’intera comunità scolastica è chiamata ad adottare misure di propria competenza. In particolare, le studentesse e gli studenti della scuola sono chiamati a partecipare allo sforzo della comunità scolastica per prevenire e contrastare la diffusione del virus.
  2. Le studentesse e gli studenti della scuola devono monitorare con attenzione il proprio stato di salute in tutti i momenti della giornata e in tutti gli ambiti della propria vita personale e sociale, dal tragitto casa-scuola e ritorno, al tempo di permanenza a scuola e nel proprio tempo libero. La Scuola dispone di termometri e, in qualsiasi momento, potrà farne uso per monitorare le situazioni dubbie.
  3. Le famiglie di tutte le studentesse e di tutti gli studenti sono chiamate alla massima collaborazione nel monitoraggio dello stato di salute di tutti i loro componenti, nel rispetto delle norme vigenti e del presente Regolamento e quindi chiamate all’adozione di comportamenti personali e sociali responsabili che contribuiscano a mitigare i rischi di contagio, ponendo in secondo piano le pur giustificabili esigenze di ciascun nucleo familiare.
  4. Anche gli intervalli si svolgeranno all’interno della classe assegnata. Le studentesse e gli studenti durante gli intervalli restano in aula al loro posto, indossando la mascherina.

È consentito abbassare la mascherina solo per il tempo necessario per consumare la merenda o per bere, oppure toglierla, ma avendo cura di non appoggiare la propria mascherina  su nessuna superficie, banco, lettino, poltrona o sedia o cattedra, o sanitari o davanzali, ma ciascuno la proteggerà in un sacchettino biodegradabile di propria esclusiva proprietà.

  1. Chiunque acceda ai servizi igienici ha cura di lasciare il bagno in perfetto ordine e di abbassare la tavoletta prima di tirare lo sciacquone per limitare la produzione di gocce che possono disperdersi nell’ambiente. Prima di uscire disinfetterà inoltre i sanitari, usando l’apposito spruzzino igienizzante disponibile in ogni servizio, disinfetterà le mani con gel igienizzante o le laverà nuovamente con acqua e sapone.
  2. Chiunque noti che i bagni non sono perfettamente in ordine, avrà cura di segnalare subito il problema alle collaboratrici e ai collaboratori scolastici e questi provvederanno tempestivamente a risolverlo

 

  1. Al fine di limitare assembramenti, l’accesso delle studentesse e degli studenti ai servizi igienici sarà consentito sia durante gli intervalli che durante l’orario di lezione, previo permesso accordato dall’insegnante.

 

Art. 5 – Pulizie giornaliera, sanificazione e aerazione

  1. Il Dirigente organizzerà il lavoro dei collaboratori scolastici affinché:
  2. a) assicurino la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni;
  3. b) sottopongano a regolare e attenta igienizzazione le superfici e gli oggetti di uso comune, comprese le strumentazioni dei laboratori ad ogni cambio di gruppo classe;
  4. c) garantiscano l’adeguata e periodica aerazione di tutti i locali della scuola frequentati da persone. (All’aerazione delle aule provvederanno direttamente i docenti e li allievi della stessa classe).
  5. d) vigileranno sugli accessi agli edifici scolastici da parte di altri soggetti esterni alla Scuola e cureranno la compilazione del Registro e la sottoscrizione della dichiarazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, allegato n. 3
  6. e) collaboreranno alla vigilanza sul rispetto del presente Regolamento da parte delle studentesse e degli studenti.

 

Art. 6 – Definizioni

  1. Ai fini della corretta interpretazione delle disposizioni contenute nel presente Regolamento, si

chiarisce quanto segue:

  1. a) Sono attività di pulizia i procedimenti e le operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati e aree di pertinenza;
  2. b) Per “sanificazione” si intende l’insieme dei procedimenti e operazioni atti ad igienizzare determinati ambienti e mezzi mediante l’attività di pulizia e disinfezione con prodotti ad azione virucida. Sono attività di sanificazione i procedimenti e le operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante pulizia e/o disinfezione e/odisinfestazione, ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni di temperatura, umidità, ventilazione, illuminazione e rumore;
  3. c) Il coronavirus SARS-CoV-2 si trasmette tramite droplet, ovvero goccioline emesse dalla bocca della persona infetta che nel raggio di circa 1 metro possono contaminare bocca, naso o occhi di una persona sufficientemente vicina. I droplet possono contaminare oggetti o superfici e determinare il contagio per via indiretta, tramite le mani che toccano questi oggetti o superfici e vengono poi portate alla bocca, al naso o agli occhi. Anche il contatto diretto con una persona infetta, ad esempio tramite la stretta di mano o il bacio, oppure toccare con le mani i fazzoletti contaminati dalle secrezioni del malato possono costituire

un rischio di esposizione al coronavirus;

  1. d) Sono sintomi riconducibili al COVID-19, ovvero alla malattia infettiva da coronavirus SARS-CoV-2, febbre con temperatura superiore ai 37,5°C, brividi, tosse secca, spossatezza, indolenzimento, dolori muscolari, diarrea, perdita del gusto e/o dell’olfatto, difficoltà respiratoria, fiato corto;
  2. d) Per “quarantena” si intende un periodo di isolamento e osservazione richiesto per persone che potrebbero portare con sé germi responsabili di malattie infettive. La quarantena aiuta a prevenire la diffusione di malattie da parte di persone potenzialmente infette, prima che sappiano di essere malate. Per il SARS-CoV-2 la misura della quarantena è stata fissata a 14 giorni;
  3. e) Per “isolamento fiduciario” si intende un periodo di isolamento e osservazione utilizzato per separare le persone affette da una malattia contagiosa confermata da quelle che non sono infette. Per il SARS-CoV-2 anche l’isolamento fiduciario dura 14 giorni. Se il soggetto diventa sintomatico, si prolunga fino alla scomparsa dei sintomi, per poi procedere con doppio tampone dopo 14 giorni

 

Art 7 Norme Igieniche

Alle studentesse e agli studenti non è consentito lo scambio di materiale didattico né di altri effetti personali durante tutta la loro permanenza a scuola. Pertanto, è necessario che le studentesse e gli studenti valutino attentamente quali materiali didattici, dispositivi elettronici e altri effetti personali portare giornalmente a scuola.

Secondo le buone prassi suggerite dagli organi competenti (Istituto superiore di sanità,

Organizzazione mondiale della sanità), in particolare prima di accedere alle aule e ai

laboratori, subito dopo il contatto con oggetti di uso comune, dopo aver utilizzato i servizi

igienici, dopo aver buttato il fazzoletto e prima e dopo aver mangiato, si consiglia di igienizzare le mani con i gli appositi igienizzanti oppure lavarle con acqua e sapone.

Art. 8 – Riunioni ed assemblee

  1. Le riunioni in presenza dei diversi gruppi di lavoro dei docenti, convocate dal Dirigente scolastico o dai docenti coordinatori, devono svolgersi all’interno di ambienti scolastici idonei ad ospitare in sicurezza tutti i partecipanti, nel rispetto della capienza di ciascun locale.
  2. Durante tali riunioni le persone presenti possono togliere la mascherina purché sia rispettato con attenzione il distanziamento fisico interpersonale di almeno 1 metro.
  3. Per tutto l’anno scolastico 2020/2021 sono sospese le assemblee di Istituto delle studentesse e degli studenti e le assemblee dei genitori.

Art. 9 – Gestione delle persone sintomatiche all’interno dell’Istituto

  1. Nel caso in cui una persona presente nella scuola sviluppi febbre o altri sintomi che suggeriscano una diagnosi di COVID-19, la persona interessata o l’insegnante deve darne notizia al Dirigente scolastico o a uno dei suoi collaboratori, e il/la sintomatico/a deve essere immediatamente accompagnato/a all’interno di un ambiente appositamente individuato per l’emergenza e si deve provvedere al suo immediato rientro al proprio domicilio. Nel caso i sintomi riguardino una studentessa o uno studente, il personale incaricato alla sua vigilanza deve mantenere una distanza minima di 2 metri.
  2. Nel caso i sintomi riguardino una studentessa o uno studente, la Scuola avverte le autorità sanitarie competenti
  3. Per i casi confermati, le azioni successive saranno definite dal Dipartimento di Prevenzione territoriale competente, sia per le misure di quarantena da adottare, sia per la riammissione a scuola secondo l’iter procedurale previste dal “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia – Rapporto ISS COVID-19 • n. 58/2020” del 21/08/2020.
  4. La presenza di un caso confermato determinerà anche l’attivazione da parte della Scuola, nella persona del Primo collaboratore del Dirigente scolastico, individuato come referente, di una collaborazione per il tracciamento dei contatti stretti in raccordo con il Dipartimento di prevenzione territoriale al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi. In tale situazione, l’autorità sanitaria competente potrà valutare tutte le misure ritenute idonee.

 

Direzione della Scuola BCM: Dott. Salvatore Giunta

Responsabile scolastica:  Dott.ssa. Francesca Cavalera

Medico competente: Dott. Guido Augusto Bresadola

 

DOCUMENTI DI RIFERIMENTO

  • Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia Rapporto ISS COVID-19 • n. 58/2020
  • Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021 del 26/06/2020
  • Dichiarazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000

 

 

Per qualsiasi chiarimento è disponibile il nostro Staff BCM tramite telefono allo: tel:+3902433423 oppure tel:+3902433277 e tramite mail:  scuola@bcm.it

Call Now Button